Le congratulazioni del sindaco a Mattia Gavagni per la presa di servizio al pronto soccorso

Il sindaco Calamai ha ricordato l’impegno di Mattia nella Misericordia di Montemurlo come formatore e volontario sempre impegnato sul fronte dell’emergenza: «Il pronto soccorso è un presidio fondamentale della salute pubblica. Sono sicuro che Mattia saprà svolgere al meglio il proprio lavoro»

Anche il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, si è voluto congratulare con il giovane medico montemurlese Mattia Gavagni, 28 anni, che ieri ha preso servizio al pronto soccorso dell’ospedale Santo Stefano di Prato. Laureato in medicina nell’ottobre del 2017, Mattia è il primo medico non specializzato, scelto con la selezione regionale che andrà a coprire nelle prossime settimane i sette posti vacanti al pronto soccorso. «Il pronto soccorso è un presidio fondamentale della salute pubblica. – ha detto il sindaco Calamai – Sono sicuro che Mattia saprà svolgere al meglio il proprio lavoro, portando quella passione, quell’impegno e quella dedizione che ha sempre messo nella sua attività di volontario e formatore della Misericordia di Montemurlo. L’emergenza Mattia ce l’ha nel sangue: lo ricordo impegnato nel coordinamento di Soccorso senza frontiere, la gara tra i punti di emergenza territoriale che si è svolta a Montemurlo un paio d’anni fa. O ancora nel corso Asso, A Scuola di Soccorso in collaborazione con l’ufficio scolastico della Toscana, che ha insegnato agli studenti montemurlesi come comportarsi in caso di incidenti o malori». Il sindaco Calamai ha infine sottolineato come l’esperienza maturata a Montemurlo come volontario della Misericordia rappresenterà un valore aggiunto per Mattia sotto il punto di vista umano, oltre che professionale.