A MONTEMURLO LA SCUOLA REGALA AD OGNI STUDENTE L’AGENDA CON L’ESPANSIONE DIGITALE

Ai bambini e ragazzi di primaria e medie l’istituto comprensivo da quest’anno regala un’agenda che farà da diario, libretto delle giustificazioni e quaderno per le comunicazioni scuola-famiglia. In più tramite un qr code consentirà di collegarsi ad un’area social protetta e a uno spazio digitale di condivisione di materiali didattici e di discussione

Dopo aver introdotto negli anni scorsi i tablet in classe, il registro elettronico, i badge per registrare le presenze, quest’anno gli studenti dell’istituto comprensivo “Margherita Hack” di Montemurlo al rientro sui banchi di scuola hanno trovato un’altra sorpresa. Da oggi l’istituto comprensivo ha iniziato a consegnare gratuitamente a tutti i 1200 bambini e ragazzi della primaria e delle medie un’agenda “speciale”, che ha numerose funzioni e che si presenta “tradizionale” solo nel formato: servirà come diario, come libretto delle giustificazioni e come quaderno per le comunicazioni scuola-famiglia. Ma non finisce qui, perché l’agenda cartacea avrà anche un’espansione digitale onlineInfatti gli studenti all’interno troveranno un QR-Code, attraverso il quale – con la specifica applicazione per smartphone – sarà possibile connettersi ad una piattaforma online. Per quanto riguarda la scuola primaria i bambini e le famiglie si troveranno ad agire su una sorta di “social protetto”, sul quale sarà possibile attivare chat di discussione con gli insegnati e scaricare materiali didattici, caricati in precedenza dai docenti. La piattaforma dedicata agli studenti della scuola media sarà collegata direttamente al registro elettronico ed in più i ragazzi troveranno uno spazio di condivisione tra alunni e docenti, con la possibilità di scaricare vario materiale didattico. L’agenda nasce grazie alla collaborazionedella scuola con l’azienda che fornisce all’istituto comprensivo montemurlese il registro elettronico e al sostegno di alcuni sponsor. « Questo strumento rappresenta un ponte ancora più diretto tra studenti, famiglie e scuola e credo che possa dare un buon impulso ed uno stimolo agli apprendimenti e alla didattica», spiega il dirigente scolastico, Paolo Calusi. Un’esperienza che rientra nel progetto d’istituto di quest’anno, che si propone di ripensare gli spazi e le procedure della scuola:«l’agenda ci consente infatti di continuare a usare le nuove tecnologie per ripensare il rapporto con gli studenti e le modalità di apprendimento, che pensiamo possano essere stimolate dall’utilizzo di questo nuovo strumento digitale», conclude il presidente. I ragazzi e i docenti potranno lavorare sull’applicazione sia a casa che a scuola. E per chi non ha confidenza con smartphone e computer, in classe si svolgeranno lezioni specifiche per insegnare ai ragazzi a scaricare i materiali e a interagire in modo efficace e consapevole sulla piattaforma, cogliendo così l’opportunità per affrontare il tema dei rischi e delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie e dai social.