Sono iniziati i lavori per il miglioramento anti-sismico alla scuola primaria di Bagnolo

I lavori interessano i pilastri e le travi dell’atrio della primaria “Margherita Hack” di via Micca e saranno conclusi in tempo per la ripresa delle lezioni a settembre

Il Comune di Montemurlo continua a mantenere alta l’attenzione verso la sicurezza degli edifici scolastici presenti sul territorio. Come preannunciato nei mesi scorsi, sono iniziati in questi giorni – in anticipo sul crono-programma comunicato al Miur, il Ministero della Pubblica Istruzione – i lavori di miglioramento sismico della scuola primaria “Margherita Hack” di via Micca a Bagnolo. I lavori stanno interessando il blocco centrale dell’edificio, quello dell’atrio e della mensa, e nel dettaglio prevedono il consolidamento delle travi e dei pilastri, la realizzazione di un giunto sismico e altri interventi locali, come il placcaggio di alcuni setti in cemento armatoL’amministrazione comunale ha scelto di effettuare l’intervento durante i mesi estivi per limitare al massimo l’interferenza tra i lavori e il regolare svolgimento delle lezioni. A settembre, infatti, il cantiere, salvo imprevisti, dovrebbe essere chiuso e quindi al rientro dalle vacanze i bambini troveranno la loro scuola più bella e più sicura. « L’attenzione verso la sicurezza degli edifici scolastici è massima. A dimostrazione di ciò, prima di avviare il consolidamento definitivo dei pilastri, il Comune ha commissionato ad un laboratorio specializzato, un’ulteriore indagine sugli elementi strutturali della scuola.- spiega il sindaco Simone Calamai – Si tratta di un approfondimento che ha integrato il progetto esecutivo dell’opera e che ci ha permesso di migliorare la conoscenza strutturale dell’edificio scolastico. Il Comune di Montemurlo con questo lavoro dimostra ancora una volta la propria capacità di intercettare importanti finanziamenti per la sicurezza del proprio patrimonio. La scuola, infatti, è il luogo dove cresce il nostro futuro e vogliamo garantire ai nostri bambini sicurezza e serenità»

I lavori di questi primi giorni d’estate arrivano dopo il sopralluogo della task force per l’edilizia scolastica dell’Agenzia interministeriale per la coesione territoriale, che a febbraio scorso verificò e diede il via libera definitivo agli interventi, finanziati con 200 mila euro (160 mila euro di fondi provenienti dal Ministero tramite la Regione e 40 mila risorse del Comune di Montemurlo). « La scelta di effettuare i lavori durante l’estate vuole tutelare il regolare svolgimento delle attività didattiche e non vuole ad andare ad interferire in alcun modo con le lezioni che potranno riprendere serenamente il prossimo 15 settembre», conclude il sindaco Calamai.

Nel 2015 il Comune di Montemurlo è stato tra i primi in Italia ad aver commissionato uno studio di vulnerabilità sismica su tutti gli edifici scolastici. Attualmente in Italia solo nel 27% delle scuole è stata effettuata la verifica di vulnerabilità sismica, una statistica che pone Montemurlo in prima linea sul tema della prevenzione. Tra gli altri investimenti rilevanti in sicurezza c’è da evidenziare che il Comune di Montemurlo ha effettuato l’adeguamento antincendio di tutte le scuole presenti sul territorio, mentre a livello nazionale il 58% degli istituti scolastici non è ancora a norma (Dati Codacons 2018).